SILENT HILL II, MONTALBANO 14-15 MAGGIO 2011

L’INTERDIZIONE (max 08 pattuglie):

  • Deve trovarsi alla F.O.B. alle ore 14.00 del sabato 14 MAGGIO.

In coordinate: 33T 0629046, UTM 4464372

  • Deve essere autosufficiente per 24 ore per cibo ed acqua.
  • Deve essere in grado di riconoscere armamenti militari molto diffusi nel nord africa da reperti fotografici (tipo, nazionalità e l’esercito che lo utilizza)
  • Deve essere in grado di navigare autonomamente con coordinate gps.
  • Deve portare a seguito della missione un computer portatile funzionante con lettore di cd-dvd
  • Deve avere carta e matita per scrivere.
  • Deve essere formata da squadre di massimo 8 operatori.
  • In caso di EMERGENZA REALE contattare l’organizzazione sul canale di EMERGENZA: LPD 1,VHF (frequenza fornita in seguito) oppure cellulare: 338.44.92.621
– Silent Hill II –

Antefatto:

I recenti fatti di sangue e l’evolversi della situazione in Nord Africa ha richiesto l’intervento dell’O.N.U. che ha decretato l’intervento armato nella regione degli scontri per salvaguardare le popolazioni inermi dai soprusi delle milizie del regime residente.
Ufficialmente non sono state autorizzate missioni terrestri ma bisogna neutralizzare ad ogni costo alcune batterie di missili terra aria e alcune postazioni d’artiglieria contraerea su di una collina che si teme possano colpire gli aerei della coalizione.
Durante una di queste missione l’aereo incaricato di rifornire una squadra di special force a terra, viene preso di mira dalla contraerea ma riesce lo stesso a effettuare il lancio delle informazioni e del paracadute con l’esplosivo che serviranno alla squadra già operante in area. Purtroppo le truppe nemiche seguono la discesa dei paracaduti e li intercettano e tutte le informazioni, comprese le posizioni delle batterie di missili, vanno perdute, la cassa con l’esplosivo è subito preda dei miliziani e il gioco si complica.
Si conosce solo la posizione di un check point nemico in coordinate (33t 0629505, utm 4464705) dove potrebbero aver portato la cassa.
Le altre informazioni andranno recuperate contattando la resistenza locale. Il canale radio per contattarle è nella cassa con l’esplosivo quindi urge recuperarlo.

La missione:
La coalizione ha affidato a piccole squadre di forze speciali di neutralizzare l’artiglieria contraerea, le batterie di missili e far saltare il deposito delle armi. Per far ciò bisognerà prima mettere fuori combattimento alcuni check point che bloccano le principali vie di accesso alla collina in modo “silenzioso” per non dar tempo alle sentinelle di dare l’allarme e quindi allertare le pattuglie di miliziani che orbitano intorno ai check point.

OBBIETTIVI:

  • Attaccare e distruggere i check point che danno accesso alla collina durante la giornata del sabato e la notte seguente per assicurarsi un più agevole raggiungimento degli obbiettivi della mattinata di domenica. Oltre ad una più sicura esfiltrazione e maggiori tempi di reazione del nemico.
  • Distruggere l’artiglieria contraerea e deposito munizioni.
  • Distruggere le batterie di missilistiche.
  • Esfiltrare.

è prevista una graduatoria con premiazione alla prima pattuglia classificata e a tutti i partecipanti.

Posted by | View Post | View Group

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.